Marina Lazzati ha firmato il manifesto “Renovate Italy”​ per la riqualificazione energetica degli edifici, presentato ieri ufficialmente da Legambiente Lombardia​ e Assimpredil Ance​ a Milano e sottoscritto da 100 candidati alle elezioni regionali e 40 candidati alle politiche del 4 marzo.

Sono tre le ragioni per cui Lazzati sostiene questo provvedimento: «Per prima cosa, è un punto specifico del programma di Attilio Fontana quello di attivare iniziative di condivisione e ascolto tra tutti gli attori del territorio, perché un percorso è efficace solo se condiviso, non calato dall’alto» spiega Lazzati.

La seconda ragione è portare avanti un impegno che vede Lazzati in prima fila da molto tempo: «Per me l’efficienza energetica è da sempre un tema importante: nei miei anni di assessore all’istruzione della provincia di Milano sono stati installati impianti fotovoltaici in oltre 50 scuole, mentre l’istituto Calvino di Rozzano è diventato il primo edificio scolastico energeticamente autosufficiente grazie a un impianto geotermico».

L’ultimo punto ha invece a che fare con la gestione oculata del patrimonio immobiliare. «Non dimentichiamo che la riqualificazione dà valore agli immobili: se vogliamo che la casa torni a essere un bene, come ci hanno insegnato i nostri padri con tanti sacrifici, e non un debito, dobbiamo mettere in campo anche questo strumento».