Chi sono

Marina Lazzati

Sono nata a Cerro Maggiore il 30 gennaio 1957, sono sposata e ho due figlie.
Laureata in Scienze Politiche all’Università Cattolica di Milano, fin da giovane sono entrata a far parte dell’azienda tessile di famiglia, partendo dal basso: prima di ricoprire incarichi di responsabilità, ho incominciato come tutti, da impiegata.
Al lavoro in azienda ho sempre affiancato la voglia di fare, in prima persona, qualcosa di utile, di bello e di concreto per la comunità di cui faccio parte.
Per questo ho scelto di dare il mio contributo tramite l’impegno politico.
Nel 1995 sono stata eletta sindaco di Cerro Maggiore e sono stata riconfermata nel 1999, dopo aver condotto e vinto, assieme ai miei concittadini, la battaglia per la chiusura della discarica.
Dal 2010 al 2014 sono stata chiamata a ricoprire il ruolo di assessore all’Istruzione e all’Edilizia scolastica della provincia di Milano. Sotto la mia responsibilità ho avuto oltre 160 scuole superiori frequentate da più di 100mila studenti, occupandomi sia di grandi temi come il diritto allo studio e la qualità dell’istruzione, sia della gestione quotidiana di tanti piccolo aspetti, non meno importanti per la qualità della vita e del lavoro di ragazzi, docenti e genitori.
Ora sono pronta a mettere la mia passione e la mia esperienza in fatto di pubblica amministrazione al servizio dei cittadini lombardi. In questo incarico metterò la determinazione e la concretezza che i miei elettori hanno imparato a conoscere in tanti anni dedicati a migliorare e a far crescere il nostro territorio.

I miei amici a quattro zampe

Si è intrufolato anche nei santini elettorali. Lui è Louis, il mio gattone grigio che per me è molto più di un animale di compagnia. Insieme con Kira (la cagnolina che vedete in queste foto) è un membro della famiglia e simboleggia la mia attenzione all’ambiente e alla natura, ma non solo. Tutti gli animali che hanno vissuto accanto a me negli anni in un certo modo sono stati maestri: mi hanno insegnato a essere empatica, a imparare dalla vita e dagli altri, a concentrarmi sulle cose che contano davvero. In poche parole, a essere più umana.